IL MOUS A NISCEMI COME HAARP IN ALASKA

E tutto questo potenziale distruttivo contro la nostra Terra è stato eufemisticamente definito SCUDO SPAZIALE (quello che gli Amerikani hanno iniziato ad installare nel 2008 in Cecoslovacchia e Polonia, in nome della loro “linea distensiva” con la Russia) o con un tocco di trasognata visione filmica GUERRE STELLARI. È ovvio che esso fa parte dei “progetti in nero” degli U. S. A., tanto che lo stesso Congresso degli Stati Uniti non sa neppure come vengano spesi i soldi pubblici che ne hanno finanziato la realizzazione! Il già nominato Sistema HAARP ha la sede centrale nella città dell’Alaska Gakona, a 200 miglia a nord-est di Anchorage e a 30 miglia a Nord dell’Università di Fairbanks (che collabora al Programma con i militari). A Gakona sono state disposte 360 antenne di 22 metri d’altezza su 9,3 ettari di terreno, che saranno costantemente potenziate fino a raggiungere un potere distruttivo inimmaginabile che costituisce una vera e propria minaccia per l’ecosistema della Terra e per le sue interazioni sottili con la ionosfera, la magnetosfera ed il sistema solare. Siamo perciò di fronte ad una delle armi geofisiche più sofisticate che può alterare irrimediabilmente il clima globale e produrre alluvioni o siccità. Il suo potere devastante non ha confini e le sue implicazioni militari sono estremamente allarmanti, ben peggiori di quelle nucleari, giacché simile tecnologia a basso costo può produrre persino esplosioni radianti a qualsiasi altezza e sotto la crosta terrestre, provocando terremoti di qualsiasi entità. 

Le nostre vite cominciano a finire
il giorno in cui stiamo zitti
di fronte alle cose che contano
Martin Luther King
haarp MOUS.pdf
Documento Adobe Acrobat 638.0 KB