IL TRISTAN-AKKORD CRISI DELLA TEORIA DELL’ARMONIA

Alessio Di Benedetto

1. Introduzione

            Oggi, nel 2013, a 154 anni dalla composizione del Tristan di Richard Wagner, in un’epoca in cui vivificanti rivoluzioni stanno finalmente scuotendo fin dalle fondamenta più nascoste la teoria scolastica dell’armonia, alcuni quesiti sono diventati ormai ineludibili. Per dirla in modo più chiaro, da quando quell’Armonia è risuonata per la prima volta, [1] si sono formate due grandi correnti dottrinali, determinate da considerazioni di ordine strutturale e olistico. Le domande più ovvie sono almeno due e rappresentano la condicio sine qua non per procedere ad un’analisi scientifica del problema: il sol diesis è nota integrante dell’accordo oppure no? E, di conseguenza, qual è la funzione effettiva dell’accordo?

 



[1] V. Figura 1, b. 2.

studio SULLA FUNZIONE DEL TRIìSTAN-A. PD
Documento Adobe Acrobat 2.8 MB